Torte per bambini

Toy Story Cake, una torta in 2D

Ti è piaciuto? Condividi!

Salve a tutti, eccomi qua con una nuova fatica e dico fatica, fatica di quelle con la F maiuscola!!!

Questa torta me l’ha richiesta una cara amica per il compleanno del suo bimbo che, ovviamente è amante del cartone. Già, mentre casa mia è piena di treni della serie Thomas the tank, casa sua è piena di Buzz e Woddy e del resto dei personaggi di questo bellissimo film, anche se adesso Cars 2 imperversa di brutto!
“Ne ho viste tante on line, ma questa in 2D è quella che mie è piaciuta di più, tra l’altro è facile” …
Le ultime parole famose durante una conversazione telefonica!

Non avevo mai fatto una torta in 2D. E’ stato un lavoraccio, ma credo di più perchè era la prima volta e dovevo prendere confidenza con la tecnica.
Vorrei che guardaste questo tutorial, è davvero ben fatto, Io ieri ero troppo incasinata per pensare pure di farefoto. Peccato che non l’ho trovato quando avevo le crisi ….
Praticamente bisogna:
1) Scegliere un disegno e stamparlo.
2) Ritagliare tutte le parti che presentano un colore diverso (faccia, occhi, capelli, vestiti e accessori, ecc…), appoggiarle sulla pdz, o mmf, tracciarne i contorni con un taglierino ben affilato e arrotondarli con le mani e con gli attrezzi che vi sembrano più adatti.
3) Ricomporre il collage sulla torta.

Il collettivo del “si dice” (!) dice appunto che la parte 2D della torta si può preparare con largo anticipo, ma la mia esperienza personale invece la racconterebbe diversamente. Preparando il disegno in anticipo bisogna ricordare che: se si utilizza il mmf, ci vorrà più tempo perchè solidifichi, ma a voi va bene perchè vi serve solo poco più asciutto, non secco così rimane morbido al taglio. Nel caso della pdz, che secca con più rapidità, potete creare il vostro disegno come cake topper e poi toglierlo al momento del taglio della torta, oppure farlo non troppo tempo prima, in genere con l’umidità della panna sotto la pdz un pò dovrebbe ammorbidirsi, ma cmq non come il mmf.
E’ vero che la pdz si lavora meglio in caso di soggetti, si possono tracciare contorno più netti infatti, ma ha appunto quest’ inconveniente che secca con troppa rapidità. Invece il mmf, che non secca allo stesso modo, è molto più complicato da “ritagliare”, è difficile tracciare contorni netti e ricavare forme ben sostenute.

Comunque il saggio le ascolta tutte, ma poi è l’esperienza che insegna… questa è una grande verità. Ciò che va bene per me per altri potrebbe risultare scomodo o sbagliato. Io comunque sono a disposizione di chiunque avesse bisogno di suggerimenti per quel che la mia piccola esperienza mi permette.

Mi sono stressata un pò è vero, però mi sono anche divertita parecchio. Si sa con i bimbi piccoli è difficile trovare la pace e la serenità per fare cose di questo tipo, ma grazie al cielo ho un marito d’oro che mi ha aiutata un sacco come sempre! Grazie amore mio Ti Amo.

A presto!

Ti è piaciuto? Condividi!

Potrebbe anche interessarti...

4 commenti

  1. Ciao Azzurra, da oggi sono dei tuoi! Complimenti per il tuo primo 2d, ti è venuto molto bene. Mmf o pdz son scelte personali, io mi trovo meglio con pdz per modellare mmf per coprire. Il colore nero però lo faccio sempre in mmf al ciocco! Buonissimo! Se ti va vienimi a trovare! Zucchero incantato http://tortedafavoladiomaduck.blogspot.com/ Ciaooo

  2. Complimenti, ho visto un po' di tuoi lavori…davvero brava!!!! Siamo anche vicine di \”casa\”!!!A presto

  3. Troppo carina!

  4. Complimenti il tuo impegno è stato premiato: ottima torta e sei anche fortunata ad avere un bravo marito che ti aiuta, non è da tutti!!!Ti seguo e se ti fa piacere passa a trovarmi!!!A presto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: